Regolamento Fitness Point

• La responsabilità dell’utilizzo delle attrezzature all’interno del Fitness Point è personale

• Per accedere alle attività è obbligatorio essere in possesso del bottone, ed aver pagato il costo delle attività per quelle previste. Il bottone deve essere portato ogni volta che si accede al centro e dovrà essere consegnato agli istruttori durante i corsi.

• Il pagamento degli abbonamenti alle attività corsistiche, campo polivalente e piscine, dovrà essere effettuato presso la segreteria del Circolo o, in alternativa, presso la Reception del Fitness Point (negli orari di presidio esposti).

• La richiesta di sospensione degli abbonamenti sarà accettata solo per motivi di salute presentando adeguato certificato medico e non per periodi inferiori al mese.

• Tutti gli abbonamenti avranno scadenza stagionale.

• La direzione declina ogni responsabilità per oggetti lasciati incustoditi; chi non fosse in possesso di un armadietto potrà utilizzare quelli liberi a rotazione giornaliera portandosi il proprio lucchetto che dovrà essere rimosso a fine utilizzo (al più tardi a fine giornata). La reception è autorizzata a liberare gli armadietti non privati (a rotazione) lasciati chiusi per periodi superiori alle 24h.

I borsoni sportivi, in alternativa, dovranno essere riposti negli appositi spazi all’interno degli spogliatoi.

• E’ vietato girare all’interno del centro in costume o con un abbigliamento non idoneo. E’ inoltre vietato accedere al Fitness Point con scarpe da ginnastica/tennis sporche.

• I corsi potranno essere sospesi durante l’anno nel caso non venga garantito un numero continuativo di presenze (minimo 5)

• E’ vietato l’accesso e quindi la frequentazione della sala attrezzi ai bambini di età inferiore ai 10 anni.

• I bambini di età inferiore ai 12 anni devono essere accompagnati all’interno della struttura dai genitori ed è vietato per loro l’utilizzo di attrezzi se non controllati direttamente dai genitori.

• I bambini di età inferiore ai 6 anni dovranno essere accompagnati anche all’interno degli spogliatoi. In particolare, i bambini di età superiore ai 6 anni non possono accedere allo spogliatoio femminile; lo stesso vale per le bambine nello spogliatoio maschile.

• L’accesso all’area wellness (sauna e bagno turco) e ai trattamenti beauty è a pagamento; la prenotazione può essere effettuata presso la Reception della struttura al primo piano.

• Per la frequentazione dell’intera struttura è obbligatorio presentare idonea certificazione medica.

• La struttura chiuderà tutti i giorni alle ore 22.00; le luci si spegneranno automaticamente onde evitare inutili sprechi di energia

Regolamento Piscina

• L’accesso alle piscine è consentito solo negli orari di apertura esposti; il servizio è a pagamento e l’accesso è permesso solo se in possesso dell’apposito bottone che dovrà essere sempre passato dal lettore.

• E’obbligatorio l’uso della cuffia.

• Per il nuoto libero i bambini di età inferiore ai 14 anni dovranno essere accompagnati dai genitori;

• E’ obbligatorio accedere alla piscina attraverso la vasca lavapiedi e con calzature adeguate.

• E’ obbligatorio fare la doccia prima di entrare in acqua.

• E’ vietato correre sui piani di calpestio, giocare a palla dentro e fuori la vasca, entrare in acqua con ferite o affezioni infettive.

• E’ assolutamente vietato mangiare nei pressi della vasca.

• E’ vietato spogliarsi nei pressi del piano vasca nonchè depositare abiti sui lettini.

• I borsoni dovranno essere depositati negli appositi spazi all’interno degli spogliatoi.

• E’ fatto assoluto divieto di circolare in costume da bagno e a piedi nudi al di fuori della zona solarium, ed è anche vietato l’uso del monokini. I bagnanti sono pregati di usare costumi da bagno adeguati all’ambiente.

• E’ vietato portare in piscina bicchieri o bottiglie di vetro.

• E’ vietato l’uso di pinne e maschere da sub, per l’evidente pericolo dei vetri. I casi particolari di problemi oftalmici, saranno autorizzati esclusivamente dalla direzione.

• E’ vietato l’uso di radio, o apparecchi che rechino disturbo alla quiete.

• E’ consentito l’uso di braccioli e tavolette per imparare il nuoto. Altri salvagente, piscinette etc. sono assolutamente vietati: le attrezzature utilizzabili verranno messe a disposizione

dalla gestione.

• Gli assistenti bagnanti sono preposti al controllo dell’osservanza del regolamento; in caso di controversie i soci sono pregati di rivolgersi direttamente in direzione.

• Compatibilmente con gli spazi acqua disponibili, si potranno concordare con il personale addetto anche lezioni private. Le fasce orarie destinate alle lezioni di nuoto saranno esposte in bacheca e sul sito del Circolo

Regolamento Maneggio Coperto e Degli Impianti

L’orario per l’uso del MANEGGIO e degli impianti (campo ostacoli, prato ecc.) viene fissato dal Consiglio Diretti- vo su indicazioni del Comitato Equitazione in base alle esigenze della Scuola e dei Cavalieri.

Solamente i cavalieri hanno il diritto di accesso al maneggio.

E’ corretto e doveroso, presentarsi in maneggio con il cavallo “sottomano”, 5 minuti prima dell’inizio della ripresa. Si accede al maneggio solamente dopo aver chiesto a piedi, il PERMESSO PRIMA DI PRESENTARSI COL CAVALLO ALLA PORTA e dopo aver ottenuto l’autorizzazione ad entrare (AVANTI), che può essere concessa solo dall’Istruttore o, in sua assenza, dal cavaliere più anziano.

L’abbigliamento di chi monta deve essere sempre decoroso.

L’ingresso agli impianti e al maneggio deve essere accompagnato dal SALUTO rivolto all’Istruttore ed a tutti i presenti; così pure l’uscita

Togliere la coperta al cavallo, togliersi la giacca, regolare le staffe ecc. va eseguito in un unico posto dopo aver chiesto il permesso all’Istruttore o ai cavalieri presenti in modo tale da non ostacolarne il lavoro.

Durante la ripresa non si deve interrompere il lavoro con iniziative personali né con parole né con le azioni; Si deve sempre interpellare con anticipo l’Istruttore.

Nel corso delle attività con Istruttore in maneggio, soprattutto nel lavoro in sezione, l’obbedienza è indispensabile; ciò anche per evitare incidenti.

Durante il lavoro in maneggio i cavalieri debbono tenere presente quanto segue (salvo diverse eccezionali disposizioni dell’istruttore):

Incontrandosi tenere la mano destra

Cedere la pista o la mano a chi sta lavorando ad andatura superiore

Non ostacolare chi sta eseguendo un esercizio con attenzione particolare alle “traiettorie” intuibili.

Durante le riprese NON obiettare alle disposizioni dell’Istruttore e nemmeno fare critiche o commenti con altro cavaliere: Ogni lecito dubbio va esternato all’Istruttore nei momenti di sosta, o a fine 

ripresa.

Nel corso del lavoro, in caso di difficoltà (stanchezza, cavallo che “tira”, perdita del frustino ecc.) non si interrompe il lavoro e non si esce dalla pista, se non previa autorizzazione dell’Istruttore.

Non si colloquia con chi è in tribuna.

Non si possono muovere i cavalli scossi nel maneggio coperto.

I cavalli devono pascolare liberi nei paddock; nel prato antistante le scuderie si può pascolare

Il cavallo solo tenendolo alla mano.

E ’vietato pascolare il cavallo nelle zone ricreative.

INOLTRE SI RICORDA CHE:

Il cavaliere ha l’obbligo di pulire dove il suo cavallo sporca (maneggio, strada, docce, ecc..).

E’ vietato fumare nelle scuderie in maneggio e nella Club House.

L’impianto idrico del campo ostacoli funziona dalle H 17,00 alle 17,40 c/a, quello del tondino e’ manuale.

CHI ASSISTE ALLE RIPRESE DALLA TRIBUNA NON DEVE ASSOLUTAMENTE DISTURBALE LO SVOLGERSI DELLA RIPRESA STESSA, 

IN PARTICOLARE:

– Non deve rivolgere la parola ai cavalieri se non dopo aver ottenuto l’autorizzazione dell’Istruttore.

– Non deve fare bruschi movimenti quando i cavalli passano sotto la tribuna.

– E’ bene conversare a bassa voce.

– Non può concedere il PERMESSO di accedere al maneggio al cavaliere in attesa fuori dalla porta.

– E’ scorretto il passaggio di oggetti dal cavaliere e chi è in tribuna e viceversa (coperte, fazzoletti, guanti, ecc.) durante lo svolgersi delle riprese.

– L’eventuale presenza in tribuna di bambini deve essere strettamente controllata dai genitori.

Informazioni Importanti

MINISTERO DELLA SALUTE

DECRETO DEL 24 APRILE 2013

OGGETTO: DISCIPLINA DELLA CERTIFICAZIONE ALL’ ATTIVITA’

SPORTIVA NON AGONISTICA E AMATORIALE.

Al fine di salvaguardare la salute dei cittadini che praticano un’attivita’ sportiva non agonistica o amatoriale, il Ministero della salute, dispone garanzie sanitarie mediante l’obbligo di idonea certificazione medica.

Il Circolo del Castellazzo, recependo tale decreto, invita tutti i soci, possessori di un abbonamento stagionale o a punti, partecipanti ai corsi e partecipanti ai tornei sociali di tennis, a sottoporsi annualmente al controllo medico che determini l’idoneita’ allo sport praticato qualunque esso sia.

Tale idoneita’ e’ rilasciata dal medico di medicina generale o dal pediatra di libera scelta o dal medico specialista in medicina dello sport e deve comprendere OBBLIGATORIAMENTE la preventiva misurazione della pressione arteriosa e l’effettuazione di un elettrocardiogramma a riposo. Il modulo da far compilare al medico potra’ essere ritirato presso la segreteria del Circolo o alla reception del Fitness Point nei rispettivi orari d’apertura.

Certi che tale obbligatorieta’ venga valutata come una forma di tutela della propria salute, restiamo a disposizione per ogni eventuale chiarimento.

----------

 PROPOSTA DI CONVENZIONE

Il Poliambulatorio Fitness Center da oltre 20 anni è un punto di riferimento per gli atleti che intendono intraprendere la pratica sportiva a livello agonistico o per un controllo generale sulla proprie

condizioni fisiche.

Il Poliambulatorio Medico Sportivo Fitness Center, presidio accreditato dalla Regione Emilia Romagna, inoltre è in grado di effettuarele visite medico sportive per la pratica agonistica, e NON, valide ai

sensi di legge applicando le tariffe regionali.

Con il Circolo del Castellazzo e’ stata stipulata una particolare convenzione garantendo l’applicazione di tariffe scontate, precisamente € 45 in caso di visita ‘NON agonistica’ e ‘agonistica’.

Per gli atleti che hanno superato il 50esimo anno di età, i nostri specialisti effettuano la prova da sforzo massimale al cicloergometro al prezzo di € 100,00, che rimane tuttavia vivamente consigliata

anche tra i 40 e 50 anni, in particolar modo per atleti che effettuano sport che prevedono uno sforzo costante e prolungato (ciclismo, atletica, sci di fondo,…). La differenza sostanziale nel caso di certificato medico agonistico e’ l’ ECG anche sotto sforzo.

Per visita NON agonistica Ogni atleta deve portare: 

  • Documento di identità personale
  • Codice fiscale
  • Libretto sanitario dello sportivo

Per visita medica agonistica oltre al materiale indicato, si dovra’ portare un campione d’urine

Gli atleti minorenni devono essere accompagnati da un genitore o da chi ne fa le veci.